COME SCEGLIERE LO SCARPONE PERFETTO

 

Nell’affrontare un’escursione o una camminata è fondamentale la scelta della calzatura corretta. A seconda del sentiero che si vuole percorrere si troverà un terreno diverso, e, a seconda del luogo o del periodo dell’anno scelto, potrebbe anche capitare di affrontare delle condizioni climatiche differenti. Scegliere il giusto scarpone è ciò che può portare alla buona riuscita di un’escursione, che può permettere di muoversi con sicurezza e agilità e che può evitare di soffrire di vesciche. Le caratteristiche da tenere in considerazione in uno scarpone sono molte, è per questo che abbiamo creato una lista approfondita su tutto ciò che si deve sapere prima di fare la propria scelta.

 

Il “taglio” dello scarpone è fondamentale:

Il primo aspetto da tenere a mente nella scelta della calzatura è il “taglio”, esistono infatti scarponcini dal taglio mid, scarpe basse o scarponi alti.

Gli scarponcini dal taglio mid (o medio) sono ideali per escursioni fuori sentiero in quanto offrono buona stabilità, ottimo supporto della caviglia e protezione da fango e terra; sono indicati anche per le escursioni con carichi pesanti perché il loro taglio permette una buona libertà di movimento ma allo stesso tempo garantisce il giusto supporto per evitare di farsi male. Questi modelli sono più comunemente raggruppati nella categoria backpacking, ma possono essere classificati in altri modi a seconda del tipo di sentiero che si ha intenzione di percorrere.

Le scarpe da hiking dal taglio basso sono caratterizzate da un’elevata libertà di movimento e sono perfette per le escursioni in cui si rimane sul sentiero la maggior parte del tempo o per le attività svolte a ritmo sostenuto. Le scarpe basse assomigliano molto alle sneakers nel look e nella calzata, tanto che sono adatte sia durante la corsa ad alta intensità che per le escursioni nella natura selvaggia. Queste calzature sono per lo più conosciute come scarpe da light hiking e sono perfette anche per chi si approccia per la prima volta ai sentieri.

Gli scarponi dal taglio alto, comunemente conosciuti come scarponi da alpinismo, coprono completamente la caviglia e offrono ottimo supporto durante le escursioni in alta montagna. Questi modelli sono spesso molto robusti e sono ideali per attività in ambienti umidi e a basse temperature in quanto offrono una buona protezione dall’acqua e dal freddo.

 

 

Tecnologie degli scarponi:

Ci sono diversi tipi di sentieri, ognuno di questi è caratterizzato da differenti terreni e rocce. Per questo motivo, conoscere le suole dello scarpone è importante per ottenere prestazioni ottimali sulla varietà di terreni che si affronteranno. Tutte le suole degli scarponi hanno una caratteristica chiamata tassellatura, fattore determinante di quanto lo scarpone dovrà avere trazione su sentieri diversi. Suole con tasselli più profondi e spessi sono ideali per avere grip su sentieri alpini o escursionistici mentre suole con tasselli distanziati permettono di evitare che il fango si accumuli durante la camminata, come nel sottobosco.

Un’altra componente chiave è la zona di frenata presente sul tallone dello scarpone. Questa sezione è chiaramente definita e ben visibile sulla suola. A seconda della forma e delle dimensioni, questa parte dello scarpone è fondamentale quando si affrontano discese ripide e quando si sta cambiando quota sul sentiero. Un’ampia zona di frenata può prevenire lo scivolamento e la caduta e permette di effettuare discese a un ritmo normale con facilità.

Tutte le calzature Garmont sono dotate della tecnologia Anatomically Directed Design (a.d.d.®), un insieme di soluzioni realizzate a partire dalla forma del piede e il cui scopo è di offrire il miglior comfort possibile in termini di calzata. Una componente della tecnologia a.d.d.® è rappresentata dal taglio asimmetrico della caviglia, che conferisce buona protezione e ottima stabilità. La linguetta anatomica, invece, è studiata a partire dalla forma asimmetrica del piede ed è realizzata in modo tale da rimanere salda nella sua posizione evitando sfregamenti sulla pelle. Altre due componenti della tecnologia a.d.d.® sono rappresentate dall’allacciatura di precisione e dalle cavigliere asimmetriche, queste due soluzioni sono pensate per mantenere il piede saldo all’interno dello scarpone e per evitare la formazione di vesciche. L’ultima soluzione che completa la tecnologia a.d.d.® consiste nel maggior spazio nella Toe Box, la punta dello scarpone. Un maggior spazio sulla punta garantisce una calzata più comoda ed evita che l’alluce sia oppresso durante la discesa.

 

Membrane e materiali degli scarponi:

Durante le attività in montagna può capitare di imbattersi in condizioni meteo sfavorevoli, è per questo che si dovrebbe prestare attenzione al materiale e alla membrana che compongono lo scarpone. Le scarpe Garmont possono avere due tipi di membrana: GORE-TEX® e G-Dry. La membrana GORE-TEX® è pensata per rendere gli scarponi impermeabili ma allo stesso tempo consentire la traspirazione del sudore e dell’umidità, mantenendo i piedi sempre asciutti. La membrana G-Dry invece è una tecnologia sviluppata da Garmont e utilizzata in alcuni degli ultimi prodotti della nostra collezione. Questa membrana ha una barriera antivento con una resistenza all’acqua fino a 10.000 mm e inoltre è dotata di una laminazione ecologica, che fornisce le migliori prestazioni dello scarpone grazie al suo materiale impermeabile, permettendo contemporaneamente la fondamentale ventilazione del piede. Quando si fanno escursioni lunghe, una corretta ventilazione è importante per evitare che gli scarponi opprimano i piedi e provochino disagio mentre ci si deve concentrare sull’attività che si sta svolgendo.

Per quanto riguarda i materiali che compongono la tomaia dello scarpone ci sono diverse soluzioni che rispondono a differenti esigenze. Un materiale molto utilizzato è il sintetico, che si adatta al piede più facilmente ma è meno resistente all'acqua, in assenza di membrana. Un altro tipo di materiale che viene spesso impiegato per realizzare scarponi da montagna è la pelle, molto robusta e più resistente all’acqua. Esistono diversi tipi di pelle, dalla crosta al pieno fiore, passando per il nabuk. Qualsiasi sia la scelta si deve fare attenzione a trattare la tomaia con i prodotti giusti e a mantenere gli scarponi sempre puliti. *

La scelta degli scarponi è molto importante e deve essere fatta tenendo presenti le proprie esigenze e le diverse soluzioni che le calzature possono offrire. Una volta acquistato uno scarpone è importante testarlo per abituarsi alla sua forma e per permettere alla tomaia di adattarsi al movimento e alla forma del piede.

 

Quando si affronta un’escursione l’ultima cosa che si vuole è avere dolore ai piedi. Per evitare che gli scarponi rappresentino un problema si deve pensare bene prima di fare la propria scelta!

 

* Per maggiori informazioni sulla cura degli scarponi visita il nostro articolo dedicato.