I 5 MIGLIORI STRUMENTI DI ORIENTAMENTO PER LA TUA PROSSIMA ESCURSIONE

 

Con l’avvicinarsi della primavera e del clima caldo. Tutti non vedono l’ora di tornare sui sentieri e riprendere le escursioni.

Le splendide viste sulle montagne, la natura e le ventate di aria calda che migliorano l’umore di tutti sono l’ambiente perfetto per chiunque ami fare escursioni e radicarsi nella natura.

In questi tempi moderni, gli escursionisti di tutto il mondo celebrano i progressi tecnologici che ci consentono di goderci i percorsi e l’esperienza senza la preoccupazione di perdersi. Ma allo stesso tempo il rischio di perdere ad un tratto i propri punti di riferimento c’è, ed è per questo che è importante essere consapevoli di cosa significhi sapersi orientare durante un’escursione. L’orientamento è l’atto di determinare la posizione relativa o la posizione in cui ti trovi quando ti trovi in un territorio sconosciuto. È fondamentale utilizzare l’orientamento quando non sei sicuro di dove ti trovi o dove devi andare, prima di girovagare senza meta cercando di capirlo.

Fermarsi un attimo a valutare la situazione prima di prendere decisioni sulla direzione può fare la differenza tra tornare a casa sani e salvi o meno. Ci sono numerose app e funzionalità sui nostri telefoni che ci consentono di fare cose come tracciare la nostra posizione esatta, utilizzare il GPS, utilizzare geolocalizzatori e persino fornirci i migliori sentieri da intraprendere dicendoci in anticipo l’esatto livello di difficoltà e la tipologia di fauna selvatica che potremmo incontrare attraverso questi sentieri.

Per goderti al massimo la tua escursione e sfruttare tutta la straordinaria tecnologia creata per gli escursionisti, dovrai prepararti in anticipo. Qui abbiamo fornito un elenco per aiutarti a decidere la tua tecnologia di orientamento preferita.

 

 

1) La mappa classica

Al giorno d'oggi, la maggior parte delle generazioni più giovani non ha mai nemmeno dovuto prendere in considerazione l'idea di prendere una mappa fisica per trovare la propria strada. Con tutte le tecnologie che abbiamo oggi, è raro imbattersi in qualcuno che utilizza una mappa cartacea. Durante le escursioni, però, devi considerare il fatto che il servizio telefonico non è una garanzia quando sei fuori a fare trekking nella natura selvaggia. Portare una mappa con te potrebbe essere quel salvavita, quando la linea telefonica è fuori portata.

2) Bussola

Quando si utilizza una mappa, la chiave è una bussola. Per sapere in quale direzione dovresti andare, devi capire quale direzione stai guardando per prima: nord, sud, est o ovest. Una bussola è il primo strumento a cui dovresti rivolgerti quando ti perdi o hai bisogno di riorientarti sul sentiero o ovunque ti trovi.

3) App

Sebbene il servizio telefonico non sia una garanzia durante le escursioni, molti sentieri più popolari hanno una connessione sufficiente in modo che l'utilizzo di app per la navigazione può essere una prima scelta quando è necessario orientarsi. Tra le più famose in Europa troviamo Oruxmaps e Georesq. Queste app e altre offrono funzionalità come guide ai percorsi esatti, realtà aumentata che possono aiutarti a trovare esattamente dove ti trovi utilizzando l'ambiente circostante, navigando in punti difficili da raggiungere e altro ancora. Assicurati di scaricare la migliore app di escursionismo per il tuo trekking prima della tua prossima escursione.

4) La natura come strumento di orientamento

Un altro modo provato e vero per navigare nella tua escursione o per orientarti quando ti perdi è utilizzare la natura intorno a te. Prima di tutte le app e i gadget ad alta tecnologia, avevamo mappe cartacee, ma anche prima di quel momento, escursionisti e pionieri che hanno scoperto il nostro paese dovevano usare le indicazioni della natura su nuovi territori inesplorati. Alcune delle cose su cui puoi fare affidamento per orientarti quando ti sei perso includono le stelle, alberi / montagne più grandi, il sole, la luna e altro ancora. Le stelle ti permettono di seguire cose come le costellazioni e la stella polare per ricordare in quale direzione ti stai muovendo o da dove vieni. Sia il sole che la luna possono indirizzarti a seconda dell'ora del giorno e delle fasi lunari. Ci sono modi per utilizzare entrambi per capire in quale direzione sei rivolto, come il fatto che il sole sorge a est e tramonta a ovest. Inoltre, l'uso di cose come alberi più grandi, montagne o punti di riferimento può aiutarti a sapere dove devi andare per tornare alla civiltà o andare avanti nella tua escursione verso una destinazione particolare. Sebbene molte di queste cose richiedano l'apprendimento e lo studio pre-escursione per essere utilizzate, essere consapevoli di esse in una situazione in cui ti sei perso è fondamentale per la sicurezza in quei tipi di situazioni.

5) Segnavia e utilità

Un'altra opzione da utilizzare quando è necessario orientarsi mentre si è nella natura è utilizzare il sentiero e i segni forniti lungo il sentiero su cui si sta camminando. La maggior parte, se non tutte le località escursionistiche, sia che vi troviate nel Midwest che percorre le Montagne Rocciose, sia che vi troviate ad est sulle Adirondacks, hanno cartelli lungo ogni sentiero che intraprendete. Lungo i sentieri ci sono questi segni che ti indicheranno diversi sentieri per nome e punti di riferimento come cascate, montagne specifiche, aree di arrampicata su roccia, ecc. A seconda di dove vuoi finire o cosa hai intenzione di affrontare durante la tua escursione è possibile seguire questi sentieri. Un'altra cosa da considerare sono i ranger del parco o le guide dei sentieri che potresti incontrare o a cui hai accesso. La maggior parte dei parchi e delle aree escursionistiche più grandi hanno risorse facilmente accessibili per aiutarti quando ti perdi. Se sei in pericolo immediato o sei veramente perso, avere degli indicatori di posizione con te per attirare l'attenzione di questi ranger e del personale può far sapere a queste persone che hai bisogno di aiuto. Lungo il sentiero ci potrebbero essere questo tipo di professionisti o altri escursionisti che possono sempre aiutarti ad arrivare dove devi essere e aiutarti ad orientarti a metà escursione. Rendere te stesso e il tuo gruppo escursionistico consapevoli di queste risorse prima di partire è molto importante per stare al sicuro ed evitare di perderti.